CÙNTAMI IN TOUR

Il docufilm di Giovanna Taviani è in tour per l’Italia a partire dal 24 maggio!

Al via il tour per l’Italia di Cùntami di Giovanna Taviani dopo il Premio Speciale ai Nastri d’Argento nella sezione Docufilm e il premio della giuria del SNGCI per la sezione #Frame Italia al festival Sguardi Altrove dove si è aggiudicato anche il Premio della giuria IULM.

Prima tappa di  Cùntami il 24 maggio al cinema Rouge et Noir di Palermo, alla presenza di Giovanna Taviani, Mimmo Cuticchio, Yousif Iaralla e Vincenzo Pirrotta, il 26 maggio a Catania presso l’ Associazione Gammazita, alla presenza di Gaspare Balsamo, per poi proseguire il 28 maggio con Mario Incudine a Enna al Teatro Comunale Garibaldi.

Dopo il tour siciliano il film arriverà a Roma il 30 maggio al cinema Nuovo Sacher, dalla capitale proseguirà il 13 giugno al Cinema Mexico di Milano. Ad accompagnare Cùntami tappa per tappa la regista Giovanna Taviani che inconterà il pubblico nelle varie città di programmazione.

Qui il trailer.

 

Il film prodotto da Amedeo Bacigalupo e Angelica Canevari per Cloud 9 Film in collaborazione con Rai Cinema, completa il suo percorso dopo il successo alle Notti veneziane delle Giornate degli Autori.

Cùntami è il viaggio personalissimo della regista in Sicilia alla ricerca dei nuovi narratori orali che affondano le proprie radici nell’epica raccontando il nostro presente in una forma che riattualizza il mito proponendolo come chiave interpretativa contemporanea. Il viaggio di Cùntami parte da Palermo e tocca cinque luoghi simbolici della Sicilia, ciascuno legato a una storia e a un grande narratore orale siciliano. Nel film Vincenzo Pirrotta interpreta un Orlando Furioso tradito dalla terra che ama, la Sicilia del triangolo della morte. Gaspare Balsamo tra le tonnare abbandonate e i mulini a vento di Culcasi, ci racconta dell’incontro tra Don Chisciotte e Peppino Impastato e della lotta contro i mulini a vento.

Tra i protagonisti di Cùntami Giovanni Calcagno, Mario Incudine, cantante musicista e autore delle musiche del film, Yousif Latif Jaralla, nelle vesti di Sancho Panza. Tutti “allievi” di Mimmo Cuticchio, ultimo cuntista e puparo vivente, fondatore, nel 1977, dell’Associazione “Figli d’Arte Cuticchio”. L’Opera dei Pupi sopravvive, grazie soprattutto a lui che ha contribuito a farla conoscere come uno dei simboli dell’identità siciliana.

 

 

Cùntami è prodotto con il contributo Del Ministero della CulturaD.G. Cinema e Audiovisivo e con il supporto di Regione Siciliana e Sicilia Film Commission nell’ambito del Programma Sensi Contemporanei Cinema con il supporto di Banca del Fucino e in collaborazione con Palumbo Editore. Distribuzione internazionale a cura di GA&A Productions.

 

 

L’Opera dei Pupi sopravvive nel sud ancora oggi, come uno dei simboli dell’identità siciliana, e nel 2001 è stata proclamata dall’UNESCO “Capolavoro del patrimonio orale e immateriale dell’umanità”.

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp